Servizi pubblici locali

Il referendum del 12 e 13 giugno 2011 ha abrogato l’articolo 23-bis del decreto-legge 112/2008 che aveva riformato la disciplina dei servizi pubblici locali. Con l’obiettivo di colmare il vuoto normativo, è intervenuto l’articolo 4 del D.L. 138/2011, che ha conservato nelle finalità l’impianto preesistente, escludendone l’applicabilità al settore idrico, per tenere conto dell’esito della consultazione popolare. La nuova disciplina è stata oggetto di ulteriori parziali modifiche ad opera della legge di stabilità 2012 e del D.L. 1/2012 (c.d. D.L. Liberalizzazioni).