Gli appalti pubblici dopo il decreto ‘Sviluppo”

(Roma, 14 luglio 2011)

Dopo il successo del primo seminario, tenutosi ieri, sulle rilevanti modifiche – tutte operative già dallo scorso 14 maggio – apportate dal decreto legge ‘Sviluppo’ alla disciplina in materia di appalti pubblici, il Cesda raddoppia, fissando un secondo appuntamento formativo per il 14 luglio, sempre a Roma, presso la sede romana dello Studio Legale Giurdanella, a Palazzo Cavallerini-Lazzaroni (Largo Argentina).

Proprio in queste settimane, infatti, iniziano ad essere digerite nella prassi delle gare d’appalto non solo le novità del decreto Sviluppo, ma anche quelle del regolamento di attuazione del Codice dei Contratti Pubblici (Dpr. n. 207/2010), entrato in vigore lo scorso 8 giugno. Inizia a stratificarsi, inoltre, la giurisprudenza relativa al nuovo processo degli appalti pubblici, ridefinito lo scorso settembre dal Codice del Processo Amministrativo (D.Lgs. n. 104 n. 2010), e culminata nell’Adunanza Plenaria del Cons. Stato n. 3 del 23 marzo 2011, relativa al rapporto tra azione di annullamento degli atti di gara e azione risarcitoria.

Inoltre, è notizia di ieri l’approdo alla Camera del decreto “Sviluppo”, nel suo iter di conversione in legge, che dovrà avvenire entro e non oltre il 12 luglio.

E’ certamente questo, dunque, il momento giusto per fare il punto sugli appalti pubblici in Italia: sia per le pubbliche amministrazioni, che devono misurarsi con nuovi strumenti e nuove regole per le provviste; sia per per le imprese, che, in una fase in cui il mercato delle commesse private stenta a rimettersi in moto, devono conoscere e sfruttare al meglio le regole di partecipazione alle procedure di gara; sia per gli avvocati, che devono poter maneggiare, con consapevolezza e senza indugi, i veloci “attrezzi” processuali disponibili dinanzi ai TAR (il seminario sarà accreditato ai fini della formazione forense).

Qui tutte le informazioni necessarie su programma, logistica, iscrizioni.


Tutte le News su: , ,

Clicca qui per ricevere gratuitamente la Newsletter di Giurdanella.it