Un codice per garantire trasparenza, meritocrazia e indipendenza nelle nomine pubbliche

Tra poche ore il Governo deciderà chi dovrà guidare le principali società partecipate dal Tesoro: Eni, Enel, Finmeccanica, Terna e Poste. Sul web parte la petizione per la trasparenza e meritocrazia

Mancano poche ore al Governo per decidere chi dovrà guidare le principali società partecipate dal Tesoro: Eni, Enel, Finmeccanica, Terna e Poste. Renzi, ha deciso di aspettare la chiusura delle Borse di oggi per svelare i nominativi, annunciando che grande rilevanza avranno anche in questo caso le quote rosa.

Intanto sul web è partita la petizione guidata da Open Media Coalition con la quale  si chiede al Presidente del Consiglio dei Ministri di adottare un codice per le nomine di tutte le cariche pubbliche capace di garantire davvero trasparenza, meritograzia ed indipendenza nella scelta delle nomine.

Si legge nel manifesto della petizione che occorre  intervenire sul metodo e non sul merito perché gli uomini – inclusi i migliori – passano mentre le regole restano e sono le sole capaci di garantire un futuro ad un Paese e di restituire almeno la speranza ai più giovani.

Petizione volta a far si che merito, imparzialità e trasparenza siano i tre criteri guida cui ogni processo di nomina pubblica deve ispirarsi.

Il manifesto della petizione


Tutte le News su: , , ,

Clicca qui per ricevere gratuitamente la Newsletter di Giurdanella.it