Tabella H: nuovo criterio dopo la formazione degli elenchi

Facendo seguito al nostro focus sulla tabella H, oggetto di ricorso ad opera di alcuni enti esclusi rappresentati dall’avvocato Carmelo Giurdanella, facciamo luce su un altro profilo di illegittimità del provvedimento, legato alla modifica dell’avviso pubblico per la manifestazione di interesse alla concessione dei contributi regionali in un momento successivo alla formazione degli elenchi degli enti idonei.

Infatti, dopo la formazione di tali elenchi, contenuti nella Deliberazione della Giunta regionale n. 374 del 17 dicembre 2014, la Giunta stessa, meno di due settimane dopo, con la Deliberazione n. 391 del 29 dicembre 2014, introduceva un ulteriore criterio, mai previsto prima, con il quale stabiliva il principio, del tutto arbitrario, secondo cui, in caso di risorse insufficienti a coprire tutte le istanze finanziate, il contributo di ogni ente avrebbe dovuto essere ridotto proporzionalmente “alla spesa storica dell’anno 2013”.

Tale inciso configura inevitabilmente un nuovo criterio di precedenza, introducendo la regola secondo la quale chi c’era nel 2013 può esserci anche nel 2014, mentre chi non c’era non esiste!

La prassi sopra richiamata, tuttavia, si pone in contrasto con lo stesso articolo 128 della legge regionale n. 11 del 2010, norma su cui si basa la tabella H, il quale predetermina in maniera puntuale i criteri di preferenza cui fare riferimento nella distribuzione delle somme, nonché con il principio, costantemente affermato in giurisprudenza, secondo cui, in caso di procedura concorsuale in senso lato, è necessario predisporre – anteriormente alle singole valutazioni – i criteri generali di valutazione dei concorrenti.

Dunque, un ulteriore segnale dell’arbitrarietà della procedura che ha portato all’approvazione della tabella h, con la conseguente esclusione di enti che, pur meritevoli, non posseggono i criteri – discutibili – per poter essere beneficiari del contributo.


Tutte le News su: , , ,

Clicca qui per ricevere gratuitamente la Newsletter di Giurdanella.it