GDPR: il DPO nelle PA secondo il Garante privacy

GDPR, obbligo per le amministrazioni di nominare un DPO entro il 25 maggio. I chiarimenti del Garante privacy

I chiarimenti del Garante Privacy sull’applicazione del GDPR alle Pubbliche Amministrazioni e sulla nomina del responsabile della protezione dei dati personali (DPO Data Protection Officer)

Vai allo Speciale GDPR nelle PA.

Il Garante per la protezione dei dati personali ha già dato particolare risalto alla questione dell’applicazione della riforma del GDPR alle PA, con la pubblicazione di apposite FAQ sul Responsabile della protezione dei dati personali nelle Pubbliche Ammministrazioni.

In vista dell’entrata in vigore della GDPR 25 maggio 2018, Il Garante per la privacy ha organizzato un ciclo di incontri formativi per favorire la conoscenza del Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali (Regolamento UE/2016/679) e offrire supporto nell’attuazione degli adempimenti previsti per tutti i soggetti (pubblici e privati) che effettuano trattamenti di dati per svolgimento di un compito di interesse pubblico.

Il 15 gennaio, a Bari, si è svolto un convegno organizzato in collaborazione con Regione Puglia, Anci, Città metropolitana di Bari e Comune di Bari. Numerosi i temi trattati, tra i quali: il principio di responsabilizzazione (Accountability), il responsabile della protezione dei dati personali (Data Protection Officer), i nuovi diritti come quelli alla portabilità o all’oblio, il registro delle attività di trattamento, privacy by design e privacy by default, la valutazione d’impatto o DPIA.

I video dell’incontro sono disponibili al seguente link.

 

Clicca qui per ricevere gratuitamente la Newsletter di Giurdanella.it

Il nostro sito utilizza i cookie al fine di migliorare i servizi. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all`uso dei cookie. Maggiori informazioni | Chiudi