Indennità “coronavirus” per i professionisti, ecco il decreto con i criteri

Dall'1 aprile i professionisti possono chiedere alle proprie Casse di previdenza il bonus previsto dal decreto "Cura Italia"

Bonus lavoratori autonomi e professionisti delle Casse private: pubblicato il Decreto Interministeriale previsto dal decreto legge 18/2020.

Il decreto 28 marzo 2020

L’art. 44 del decreto legge 18/2020 (“Cura Italia”) ha previsto l’istituzione di un “Fondo per il reddito di ultima istanza a favore dei lavoratori danneggiati dal virus COVID-19”, a favore dei lavoratori dipendenti e autonomi che in conseguenza dell’emergenza epidemiologica “hanno cessato, ridotto o sospeso la loro attività o il loro rapporto di lavoro”.

E’ stato ora pubblicato il decreto interministeriale attuativo (qui il testo), del 28 marzo 2020, che fissa le modalità di attribuzione dell’indennità, per i lavoratori autonomi e professionisti iscritti agli enti di diritto privato di previdenza obbligatoria.

Il bonus, pari a 600 euro per il mese di marzo potrà essere chiesto a partire dal’1 aprile direttamente alle Cassa di previdenza privata.

I criteri

Il Decreto stabilisce che il sostegno al reddito sarà riconosciuto, in presenza di una delle seguenti condizioni:

a) ai lavoratori che abbiano percepito, nell’anno di imposta 2018, un reddito complessivo non superiore a 35mila euro

b) ai lavoratori che abbiano percepito un reddito complessivo compreso tra 35mila e 50mila euro e abbiano cessato, ridotto o sospeso la loro attività autonoma o libero-professionale di almeno il 33% nel primo trimestre 2020, rispetto allo stesso reddito del primo trimestre 2019, sempre a causa del Coronavirus.

Link utili

Decreto Interministeriale del 28 marzo 2020

Decreto Legge 17 marzo 2020 n. 18


Tutte le News su: ,

Clicca qui per ricevere gratuitamente la Newsletter di Giurdanella.it