La pubblicità per corrispondenza

Ministero delle Comunicazioni

In qualita’ di Autorità di regolamentazione del settore postale

Deliberazione del 22 novembre 2001

Spedizione di pubblicità diretta per corrispondenza, di invii promozionali e di stampe e libri per l’estero

(G.U. 27.11.2001 n. 276)

Visto il decreto legislativo 22 luglio 1999, n. 261, che ha recepito la direttiva 97/67/CE in materia di servizi postali;

Visto l’art. 13 del predetto decreto legislativo che stabilisce la competenza a fissare le tariffe dei servizi riservati ed i prezzi delle prestazioni rientranti nel servizio universale nonche’ i criteri per la determinazione delle tariffe e dei prezzi stessi con specifico riferimento alla correlazione ai costi ed al recupero di efficienza dei servizi;

Visto l’art. 5 del contratto di programma stipulato in data 11 settembre 2000 fra il Ministero delle comunicazioni, di concerto col Ministero del tesoro, e la societa’ per azioni Poste Italiane, che fissa per Poste Italiane S.p.a. obiettivi di risanamento e correlati interventi, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 221 del 21 settembre 2000;

Visto il decreto-legge 12 giugno 2001, n. 217, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2001, n. 317, che ha modificato il decreto legislativo 28 luglio 1999, n. 300, ed ha dettato disposizioni in merito all’ordinamento del Governo e dei Ministeri;

Visto il notiziario di servizio n. 15 del 1 agosto 1997 di Poste Italiane, 2o supplemento, riguardante, fra l’altro, le tariffe dei servizi postali per l’interno e per l’estero;

Riconosciuta l’esigenza di provvedere, dopo il riordinamento tariffario degli invii di corrispondenza e dei pacchi nell’interno della Repubblica, all’adeguamento tariffario della pubblicita’ diretta per corrispondenza, degli invii promozionali e dei cataloghi di vendita per corrispondenza, degli invii di corrispondenza a contenuto pubblicitario e promozionale, di stampe e libri per l’estero, di sacchi M per l’estero;

Vista la proposta formulata dalla societa’ Poste Italiane S.p.a. in data 2 agosto 2001;

Considerato che le condizioni economiche da introdurre per le diverse voci dianzi citate sono contenute nei livelli fissati per gli invii di corrispondenza in genere;

Adotta

la seguente deliberazione:

Art. 1.

Oggetto e scopo

1. Il presente provvedimento intende disciplinare la spedizione delle seguenti categorie di oggetti, stabilendo le relative

condizioni economiche:

a) pubblicita’ diretta per corrispondenza per l’interno;

b) invii promozionali e cataloghi di vendita per corrispondenza per l’interno e per l’estero;

c) invii promozionali e cataloghi di vendita per corrispondenza delle case editrici o librarie per l’interno;

d) invii di corrispondenza a contenuto pubblicitario e promozionale per l’interno;

e) stampe e libri per l’estero;

f) sacchi M per l’estero.

Art. 2.

Pubblicita’ diretta per corrispondenza per l’interno

1. La pubblicita’ diretta per corrispondenza comprende gli invii di cui all’art. 1, comma 2, lettera h), del decreto legislativo n. 261 del 1999 e cioe’ le spedizioni indirizzate ad un numero significativo di persone, destinate a comunicare un messaggio pubblicitario o di marketing, aventi lo stesso contenuto ad eccezione del nome, dell’indirizzo, del numero di identificazione del destinatario e di altre specifiche che non alterano la natura del messaggio. Le spedizioni finora classificate come stampe non periodiche per l’interno possono essere spedite come pubblicita’ diretta per corrispondenza qualora ne presentino le caratteristiche o, in caso contrario, come posta ordinaria.

2. Sono assimilati agli invii di pubblicita’ diretta per corrispondenza gli invii indirizzati contenenti offerte promozionali

di vendita di prodotti e di servizi; sono esclusi gli invii di merce destinata alla vendita.

3. E’ possibile spedire invii di pubblicita’ diretta per corrispondenza su supporto di comunicazione anche non cartaceo.

4. E’ possibile spedire come pubblicita’ diretta per corrispondenza pacchetti e campioni senza valore di merce ed oggetti promozionali, eventualmente come allegati che concorrono, per peso e per dimensioni, alla determinazione del prezzo finale. E’ conseguentemente soppressa la voce “pacchetti e campioni di merci”.

5. I formati standard sono i seguenti:

Lunghezza … Normalizzato 14-23,5 cm; Compatto-Voluminoso 35,3 cm

Larghezza … Normalizzato 9-12 cm; Compatto-Voluminoso 25 cm

Spessore … Normalizzato 3 mm; Compatto 2 cm; Voluminoso 5 cm

Limite di peso … Normalizzato 20 g; Compatto 350 g; Voluminoso 2 kg

6. Oltre ai formati standard, e’ possibile spedire:

a) invii di formato libero non rettangolare o quadrangolare, con dimensioni minime 9 x14 cm, con dimensioni massime 35,3 x25 x5 cm e con peso massimo di 2 kg; a tali invii e’ applicata una maggiorazione del 40% rispetto al corrispondente prezzo del formato voluminoso;

b) invii extraformato con peso massimo di 2 kg, con dimensioni minime 9 x14 cm e dimensioni massime 45 x45 x10 cm (ovvero: somma delle 3 dimensioni non superiore a 100 cm); rotolo con dimensioni minime: lunghezza non inferiore a 10 cm e

diametro non inferiore a 3,5 cm e dimensioni massime: lunghezza 75 cm, diametro 15 cm (ovvero: somma delle dimensioni non superiore a 90 cm); a tali invii e’ applicata una maggiorazione del 60% rispetto al corrispondente prezzo del formato voluminoso.

7. Il quantitativo minimo e’ di 10.000 pezzi (identici per contenuto, peso e formato) per ogni singola spedizione postalizzata esclusivamente negli uffici abilitati all’accettazione e per ogni singolo cliente.

8. I prezzi di base, differenziati per formato e peso, sono riportati nell’allegato 1.

9. Le spedizioni devono essere prelavorate e confezionate in modo conforme alle specifiche tecniche definite e opportunamente

pubblicizzate da Poste Italiane; in caso contrario si applicano i prezzi riportati nell’allegato 1-bis.

10. Gli obiettivi di consegna sono i seguenti:

j+5 per il 70% degli invii nel 2001;

j+5 per l’80% degli invii nel 2002;

j+5 per l’85% degli invii nel 2003.

Art. 3.

Invii promozionali e cataloghi di vendita per corrispondenza per l’interno

1. Gli invii promozionali e cataloghi di vendita per corrispondenza per l’interno comprendono le spedizioni di cataloghi e materiale promozionale relativi alla vendita per corrispondenza di prodotti o di servizi.

2. Rimangono, fino al momento dell’assimilazione nella categoria degli invii di pubblicita’ diretta per corrispondenza, di cui all’art. 2, comma 2, invariati i formati e le modalita’ di accesso al servizio.

3. I prezzi sono riportati nell’allegato 2. Le spedizioni devono essere prelavorate e confezionate in modo

conforme alle specifiche tecniche definite e opportunamente pubblicizzate da Poste Italiane; in caso contrario si applicano i

prezzi riportati nell’allegato 2-bis.

4. L’applicazione delle condizioni e dei prezzi di cui all’allegato 2 e’ condizionata alla spedizione di una percentuale

annuale non inferiore allo 0,5% (rispetto al totale degli invii promozionali e cataloghi) di pacchi, nel caso di promozione di prodotti, o di assicurate, nel caso di promozione di servizi. In caso di mancato rispetto di tale condizione, sono

retroattivamente applicati i prezzi della pubblicita’ diretta per corrispondenza, di cui all’art. 2 (per quantitativi almeno pari a 10.000 pezzi) o le tariffe di cui all’art. 5 (per quantitativi inferiori ai 10.000 pezzi ed almeno pari a 1.000 pezzi) o le tariffe di posta ordinaria (per quantitativi inferiori ai 1.000 pezzi).

Art. 4.

Invii promozionali e cataloghi di vendita per corrispondenza delle case editrici o librarie per l’interno

1. Gli invii promozionali e cataloghi di vendita per corrispondenza per l’interno comprendono le spedizioni di cataloghi e materiale promozionale relativi alla vendita per corrispondenza di prodotti o di servizi delle case editrici o librarie.

2. Rimangono, fino al momento dell’assimilazione nella categoria degli invii di pubblicita’ diretta per corrispondenza, di cui all’art. 2, comma 2, invariati i formati e le modalita’ di accesso al servizio.

3. I prezzi sono riportati nell’allegato 3.

4. Le spedizioni devono essere prelavorate e confezionate in modo conforme alle specifiche tecniche definite e opportunamente

pubblicizzate da Poste Italiane; in caso contrario si applicano le tariffe riportate nell’allegato 2-bis.

5. L’applicazione delle condizioni e dei prezzi di cui all’allegato 3 e’ condizionata alla spedizione di una percentuale

annuale non inferiore allo 0,5% (rispetto al totale degli invii promozionali e cataloghi) di pacchi, nel caso di promozione di prodotti, o di assicurate, nel caso di promozione di servizi. In caso di mancato rispetto di tale condizione, sono retroattivamente applicati i prezzi della pubblicita’ diretta per corrispondenza, di cui all’art. 2 (per quantitativi almeno pari a 10.000 pezzi) o le tariffe di cui all’art. 5 (per quantitativi inferiori ai 10.000 pezzi e almeno pari a 1.000 pezzi) o le tariffe di posta ordinaria (per quantitativi inferiori ai 1.000 pezzi).

Art. 5.

Invii di corrispondenza a contenuto pubblicitario e promozionale per l’interno

1. Gli invii di corrispondenza a contenuto pubblicitario e promozionale per l’interno comprendono le spedizioni destinate a

comunicare un messaggio pubblicitario o di marketing, aventi lo stesso contenuto ad eccezione del nome, dell’indirizzo, del numero di identificazione del destinatario e di altre specifiche che non alterano la natura del messaggio. Le spedizioni finora classificate come stampe non periodiche per l’interno possono essere spedite come invii di corrispondenza a contenuto pubblicitario e promozionale qualora ne presentino le caratteristiche o, in caso contrario, come posta ordinaria.

2. E’ possibile spedire gli invii di cui al comma 1 su supporto di comunicazione anche non cartaceo.

3. E’ possibile spedire come invii di cui al comma 1 pacchetti e campioni senza valore di merce ed oggetti promozionali, eventualmente come allegati che concorrono, per peso e per dimensioni, alla determinazione della tariffa finale. E’ conseguentemente soppressa la voce “pacchetti e campioni di merci”.

4. I formati standard sono i seguenti:

Lunghezza … Normalizzato 14-23,5 cm Compatto, Voluminoso 35,3 cm

Larghezza…. Normalizzato 9-12 cm Compatto, Voluminoso 25 cm

Spessore …. Normalizzato 3 mm Compatto 2 cm Voluminoso 5 cm

Limite di peso ..Normalizzato 20 g Compatto 350 g Voluminoso 2 kg

5. Oltre ai formati standard, e’ possibile spedire:

a) invii di formato libero: di forma non rettangolare o quadrangolare, dimensioni minime 9 x14 cm; dimensioni massime

35,3 x25 x5 cm, peso max 2 kg; a tali invii e’ applicata una maggiorazione del 40% rispetto alla corrispondente tariffa del

formato voluminoso;

b) invii extraformato:

1) peso massimo 2 kg;

2) dimensioni minime 9 x14 cm; dimensioni massime 45 x45 x10 cm (ovvero: somma delle tre dimensioni non superiore a 100 cm);

3) rotolo: dimensioni minime: lunghezza non inferiore a 10 cm e diametro non inferiore a 3,5 cm;

4) rotolo: dimensioni massime: lunghezza 75 cm, diametro 15 cm (ovvero: somma delle dimensioni non superiore a 90 cm);

5) agli invii di cui alla presente lettera b) e’ applicata una maggiorazione del 60% rispetto alla corrispondente tariffa del

formato voluminoso.

6. Il quantitativo minimo e’ di 1.000 pezzi (identici per contenuto, peso e formato) per ogni singola spedizione postalizzata

esclusivamente negli uffici abilitati all’accettazione e per ogni singolo cliente.

7. Al di sotto dei 1.000 pezzi si applicano le tariffe degli invii di posta ordinaria per l’interno.

8. Le tariffe, a seconda dei formati e del peso, sono riportate nell’allegato 4.

9. Il quantitativo massimo e’ fissato a 9.999 pezzi per ogni singola spedizione e per ogni singolo cliente. Le spedizioni devono essere prelavorate e confezionate in modo conforme alle specifiche tecniche definite e opportunamente pubblicizzate da Poste Italiane; in caso contrario si applicano i prezzi riportati nell’allegato 1-bis.

10. Gli obiettivi di consegna sono i seguenti:

j+5 per il 70% degli invii nel 2001;

j+5 per l’80% degli invii nel 2002;

j+5 per l’85% degli invii nel 2003.

Art. 6.

Stampe, invii promozionali e cataloghi di vendita per corrispondenza, pacchetti e libri per l’estero

1. I formati ammessi sono i seguenti:

Lunghezza …. Normalizzato 14-24,5 cm Compatto 24,5-38,1 cm Voluminoso (*)

Larghezza …. Normalizzato 9-16,5 cm Compatto 16,5-30,5 cm Voluminoso (*)

Spessore …. Normalizzato 5 mm Compatto 2 cm Voluminoso (*)

Limite di peso ..Normalizzato 20 g Compatto 350 g Voluminoso 2 kg

(*) Lunghezza, larghezza e spessore sommati non devono superare i 90 cm, senza che la piu’ grande delle tre dimensioni superi cm 60.

Rotolo: dimensioni minime: la somma della lunghezza piu’ due volte il diametro deve essere cm 17, senza che la piu’ grande

dimensione sia inferiore a cm 10.

Rotolo: dimensioni massime: la somma della lunghezza piu’ due volte il diametro deve essere cm 104 (toll: +2 mm), senza che la piu’ grande delle dimensioni superi cm 90. Agli invii a forma di rotolo sono applicati i prezzi previsti per il formato voluminoso.

2. Il limite di peso di 2 kg e’ elevato a 5 kg per i pieghi di libri.

3. Il quantitativo minimo e’ di 500 pezzi identici nel peso, formato e contenuto per ogni singola spedizione postalizzata negli uffici abilitati all’accettazione e per ogni singolo cliente.

4. Al di sotto di 500 pezzi si applicano le tariffe degli invii di posta ordinaria o prioritaria per l’estero.

5. E’ obbligatoria la suddivisione degli invii per Paese di destinazione.

6. Le condizioni economiche, a seconda dei formati, delle zone di destinazione e del tipo di servizio (economy o premium), sono riportate nell’allegato 5.

7. Gli obiettivi di consegna (85%) sono i seguenti:

Premium: Europa j+3 – Bacino Mediterraneo j+4/5 – Nord America

j+5/6 – Resto America, Asia e Oceania j+7/8 – altri Paesi dell’Africa j+8/9;

Economy: Europa j+6 – Bacino Mediterraneo j+10 – Nord America e

Oceania j+14 – Resto America, Asia e Africa j+15/20.

8. I prezzi relativi a “stampe e libri per l’estero” sono applicati anche agli invii di vendita per corrispondenza ed ai pacchetti per l’estero.

9. A partire dall’entrata in vigore del presente decreto sono soppressi i prezzi riguardanti le “stampe per l’estero” (cfr.

notiziario di servizio n. 15/97 – pag. 61) ed i “pacchetti e campioni per l’estero” (cfr. notiziario di servizio n. 15/97 – pag. 65 punti 1.9 e 1.10) ed i relativi servizi accessori.

Art. 7.

Sacchi M per l’estero

1. I sacchi M sono sacchi speciali di libri, pubblicazioni non periodiche e periodiche, spediti da un solo mittente allo stesso destinatario ed alla stessa destinazione.

2. Il peso massimo e’ fissato in 30 kg.

3. I prezzi, a seconda del tipo di servizio (economy o premium) e della zona di destinazione, sono riportati nell’allegato 6.

Art. 8.

Disposizioni comuni

1. Agli invii disciplinati dal presente provvedimento si applicano le seguenti disposizioni comuni:

a) non e’ prevista l’applicazione di servizi accessori;

b) il mittente e’ tenuto a indicare il contenuto dell’invio mediante la stampa di apposita dicitura sull’esterno dell’involucro, da confezionarsi in modo tale che sia consentita la verifica del contenuto;

c) la postalizzazione deve avvenire esclusivamente presso gli uffici abilitati;

d) il pagamento e’ effettuato esclusivamente attraverso versamento su conto corrente postale a fronte dell’utilizzo di una

macchina affrancatrice o dell’autorizzazione a spedire senza materiale affrancatura;

e) le spedizioni devono essere prelavorate e confezionate in modo conforme alle specifiche tecniche definite e opportunamente

pubblicizzate da Poste Italiane;

f) la restituzione degli invii non recapitati per l’Italia e per l’estero avviene soltanto dietro espressa richiesta del mittente; il prezzo e’ il seguente:

1) da 0 a 500 g, lire 400, euro 0,21;

2) oltre 500 g, lire 700, euro 0,36.

Art. 9.

1. La presente deliberazione entra in vigore il primo giorno del mese successivo alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 22 novembre 2001

Il Ministro: Gasparri

—–

[Allegati su http://www.comune.jesi.an.it/MV/gazzette_ufficiali/2001/276/2.htm]

Articolo precedenteLe iniziative del legislatore Argentino
Articolo successivosentenza n. 8465 del 2001
Lo studio legale dedica, tutti i giorni, una piccola parte del proprio tempo all'aggiornamento del sito web della rivista. E' un'attività iniziata quasi per gioco agli albori di internet e che non cessa mai di entusiasmarci. E' anche l'occasione per restituire alla rete una parte di tutto quello che essa ci ha dato in questi anni. I bravi giuristi sono sempre i benvenuti per allargare la nostra community. Scriveteci o mandate il vostro cv a segreteria@giurdanella.it .