Il “caso” Dorelli-Clarence

Il Pm Grazia Pradella, della Procura della Repubblica di Milano, a seguito della querela contro un articolo ritenuto diffamatorio e lesivo nei confronti di Johnny Dorelli, del figlio Gianluca e di Lauretta Masiero, ha avviato un’inchiesta per l’ipotesi di diffamazione ai danni dell’ attore e, sulla scorta delle testimonianze acquisite dalla polizia giudiziaria, ha sottoposto a sequestro probatorio la pagina del sito Clarence.com che conteneva tale articolo.

Il 22 dicembre sono infatti apparse sulla pagina web in questione la stella e l’alloro nazionali, con la la scritta “Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano – Articolo sottoposto in sequestro dall’Autorita’ Giudiziaria”.

La vicenda desta qualche perplessità. Ci si chiede quali siano i confini tra satira e diffamazione sul web. L’articolo infatti operava una ricostruzione in chiave comica, palesemente satirica, della biografia dell’artista.

Perplessità, tralaltro, derivano dagli strumenti giudiziari utilizzati dalla Procura.

In primo luogo, la Procura non si è limitata ad acquisire copia della pagina come è prassi per le pubblicazioni stampate, ma si è spinta oltre, rendendo la pagina non più visibile agli utenti della rete, dando vita ad una evidente disparità di trattamento.

Per di più tale oscuramento non si è rivelato per nulla efficace, se si considera che l’articolo è rimasto accessibile al pubblico, in quanto prelevabile dalla memoria cache di Google, un noto motore di ricerca americano.

Articolo precedenteInternet Expò
Articolo successivoCassazione n. 7800/2001
Lo studio legale dedica, tutti i giorni, una piccola parte del proprio tempo all'aggiornamento del sito web della rivista. E' un'attività iniziata quasi per gioco agli albori di internet e che non cessa mai di entusiasmarci. E' anche l'occasione per restituire alla rete una parte di tutto quello che essa ci ha dato in questi anni. I giovani bravi sono sempre i benvenuti nel nostro studio legale. Per uno stage o per iniziare la pratica professionale presso lo studio, scriveteci o mandate il vostro cv a segreteria@giurdanella.it