Il DPR di autorizzazione

La legge 28 dicembre 2001 n. 448 (“Finanziaria 2002”) aveva escluso il comparto della scuola dal divieto imposto alle amministrazioni dello Stato di procedere ad assunzioni a tempo indeterminato (cfr. art. 19, c. 1).

Tuttavia, ai sensi dell’art. 35 c. 4 del decreto legislativo 30 marzo 2001 n. 165, l’avvio di procedure di reclutamento per le amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, è comunque subordinato ad una preventiva deliberazione del Consiglio dei Ministri.

La delibera in questione è intervenuta lo scorso 4 ottobre 2002.

E dunque, il Ministero è stato autorizzato a bandire un concorso per 1500 dirigenti scolastici riservato ai presidi in atto titolari di incarico.

D.P.R. 21 ottobre 2002

Autorizzazione al Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca ad avviare procedure concorsuali per il reclutamento di dirigenti scolastici.

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Vista la legge 27 dicembre 1997, n. 449, ed in particolare l’art. 39 come successivamente modificato ed integrato;

Visto l’art. 35, comma 4, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, il quale subordina l’avvio delle procedure di reclutamento per le amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo, alla previa deliberazione del Consiglio dei Ministri adottata ai sensi del citato art. 39;

Vista la nota n. 593 del 7 febbraio 2002 con la quale il Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca rappresenta, tra l’altro, la necessita’ di avviare, ai sensi dell’art. 29 del decreto legislativo del 30 marzo 2001, n. 165, e dell’art. 22, comma 9, della legge 28 dicembre 2001, n. 448, procedure di reclutamento concernenti i dirigenti scolastici, al fine di sopperire al fabbisogno di personale dirigenziale della scuola relativo al triennio 2002-2004 che ammonta a complessive 3.500 unita’, a fronte di un turn-over previsto per l’anno 2004 di 1.400 unita’;

Vista la richiesta del Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca (nota n. 159 in data 27 settembre 2002) di

autorizzazione all’avvio di procedure di reclutamento, ai sensi dell’art. 29 del decreto legislativo del 30 marzo 2001, n. 165, e dell’art. 22, comma 9, della legge 28 dicembre 2001, n. 448, riservata ai presidi incaricati, per complessivi 1.500 dirigenti scolastici, al fine di soddisfare le immediate esigenze di detto personale dirigenziale corrispondenti al 50 per cento dei posti individuati dal medesimo Ministero dell’istruzione, dell’Universita’ e della ricerca in relazione a quanto disciplinato dal citato art. 29, comma 2, del decreto legislativo del 30 marzo 2001, n. 165;

Vista la legge 28 dicembre 2001, n. 448, recante disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2002), ed in particolare, l’articolo 19, comma 1, il quale esclude dal divieto per le amministrazioni dello Stato di procedere ad assunzioni a tempo indeterminato, il comparto della scuola;

Tenuto conto delle ragioni di necessita’ ed urgenza rappresentate dal Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca;

Ritenuto, pertanto, che il Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca, ai sensi dell’art. 35, comma 4, del

decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, debba essere autorizzato a bandire la citata procedura concorsuale per il reclutamento di dirigenti scolastici;

Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella riunione del 4 ottobre 2002;

Sulla proposta del Ministro per la funzione pubblica e del Ministro dell’economia e delle finanze;

Decreta:

Il Ministero dell’istruzione, dell’universita’ e della ricerca, al fine di soddisfare le immediate esigenze di personale scolastico con qualifica dirigenziale, corrispondenti al 50 per cento dei posti individuati e disponibili, in relazione a quanto disciplinato dall’art. 29, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e’ autorizzato, ai sensi dell’art. 35 del medesimo decreto legislativo n. 165 del 2001, ad avviare una procedura di reclutamento per dirigenti scolastici, riservata ai presidi incaricati di cui al citato art. 29, comma 2, del decreto legislativo n. 165 del 2001, per complessive millecinquecento unita’.

Roma, addi’ 21 ottobre 2002

Registrato alla Corte dei conti il 18 dicembre 2002

Articolo precedenteEmanato il D.P.R. di attuazione
Articolo successivoè entrato in vigore il Trattato di Nizza
Lo studio legale dedica, tutti i giorni, una piccola parte del proprio tempo all'aggiornamento del sito web della rivista. E' un'attività iniziata quasi per gioco agli albori di internet e che non cessa mai di entusiasmarci. E' anche l'occasione per restituire alla rete una parte di tutto quello che essa ci ha dato in questi anni. I bravi giuristi sono sempre i benvenuti per allargare la nostra community. Scriveteci o mandate il vostro cv a segreteria@giurdanella.it .