Legge n. 243 del 23 agosto 2004

Nella Gazzetta Ufficiale n. 222 del 21 settembre 2004 è stata pubblicata la legge n. 243 del 23 agosto 2004 recante “Norme in materia pensionistica e deleghe al Governo nel settore della previdenza pubblica, per il sostegno alla previdenza complementare e all’occupazione stabile e per il riordino degli enti di previdenza ed assistenza obbligatoria”.

I due obiettivi che la legge si propone sono:
1) elevare gradualmente l’età pensionabile, principalmente su base volontaria;
2) sviluppare la previdenza complementare, da affiancare a quella pubblica.

La riforma, che avrà completa attuazione nel 2008, prevede, per il periodo 2004-2007, incentivi economici per coloro che, in possesso dei requisiti per la pensione di anzianità, decidano di continuare l’attività lavorativa.

In particolare, la legge di riforma del sistema previdenziale introduce il cosiddetto superbonus, ovvero un particolare beneficio per i lavoratori dipendenti del settore privato che hanno maturato o matureranno il diritto alla pensione di anzianità fino al 31 dicembre 2007, ma decidono di continuare a lavorare.

Coloro che decidono di rimanere al lavoro otterranno infatti un aumento esentasse in busta paga pari alla contribuzione previdenziale (32,7% dello stipendio lordo per quasi tutti i lavoratori).