“Il regolamento di competenza dopo la legge n. 205 del 2000”

La legge n. 205 del 2000, intervenendo sulla disciplina del regolamento preventivo di competenza, non ha inteso alterare in alcun modo le linee del precedente assetto che assegnavano all’istanza di regolamento di competenza il compito di condurre, per saltum, alla cognizione del punto riguardante la competenza da parte del giudice di appello, offrendosi così, prima cha altre attività processuali abbiano trovato svolgimento, una statuizione incontrovertibile in ordine alla competenza territoriale del giudice amministrativo che dovrà pronunciare.

E’ quanto ha stabilito il Consiglio di Stato in Adunanza Plenaria, con la sentenza n. 10 del 18 ottobre 2004 (pubblicata su Lexitalia, n. 10/2004).

I giudici di Palazzo Spada hanno, con tale pronuncia, colto l’occasione per pronunciarsi su talune questioni di massima riguardanti il rito, dopo le riforme, in tema di regolamento di competenza, recate dalla legge n. 205 del 2000.

Il testo integrale della nota di Carmelo Giurdanella e Salvo Mattia alla decisione dell’Adunanza Plenaria è pubblicato su Lexitalia, n. 12/2004, all’indirizzo http://www.lexitalia.it/p/articoli/giurdanella-mattia_regolamento.htm).

Articolo precedenteCorte Costituzionale n. 379/2004
Articolo successivoregolamento (CE) n. 1874/2004
Lo studio legale dedica, tutti i giorni, una piccola parte del proprio tempo all'aggiornamento del sito web della rivista. E' un'attività iniziata quasi per gioco agli albori di internet e che non cessa mai di entusiasmarci. E' anche l'occasione per restituire alla rete una parte di tutto quello che essa ci ha dato in questi anni. I bravi giuristi sono sempre i benvenuti per allargare la nostra community. Scriveteci o mandate il vostro cv a segreteria@giurdanella.it .