Adeguamenti retributivi a docenti universitari, dirigenti Polizia di Stato, colonnelli e generali Forze armate

Pubblicato nella Gazzetta di ieri il Decreto del Presidente del Consiglio di adeguamento della retribuzione dei docenti e dei ricercatori universitari,
del personale dirigente della Polizia di Stato e gradi di qualifiche corrispondenti,
dei Corpi di polizia civili e militari, dei colonnelli e generali delle Forze
armate.

Si tratta di adeguamento automatico, previsto dall’art. 24 della legge 448/98, per il personale non contrattualizzato.


Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 2 ottobre 2006

Adeguamento annuale della retribuzione dei docenti e dei ricercatori universitari,
del personale dirigente della Polizia di Stato e gradi di qualifiche corrispondenti,
dei Corpi di polizia civili e militari, dei colonnelli e generali delle Forze
armate

(G.U. n. 270 del 20.11.2006)

Il Presidente del Consiglio dei Ministri

Visto l’art. 24, comma 1, della legge 23 dicembre 1998, n. 448, secondo
il
quale la retribuzione delle categorie
di personale non contrattualizzato ivi indicate e’ adeguata di diritto annualmente
in ragione degli incrementi medi, calcolati dall’Istituto nazionale di statistica,
conseguiti nell’anno precedente dalle categorie di pubblici dipendenti contrattualizzati
sulle voci retributive, ivi compresa l’indennita’ integrativa speciale, utilizzate
dal medesimo Istituto per l’elaborazione degli indici delle retribuzioni contrattuali;

Visto l’art. 24, comma 2, della legge 23 dicembre 1998, n. 448, secondo il
quale la percentuale dell’adeguamento annuale e’ determinata, entro il 30 aprile
di ciascun anno, con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, su
proposta dei Ministri per la funzione pubblica e del tesoro, del bilancio e
della programmazione economica;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio
dei Ministri 13 aprile 2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 167 del
20 luglio 2005, con il quale e’ stata determinata la misura dell’adeguamento
del trattamento economico dal 1° gennaio 2005;

Vista la nota dell’Istituto
nazionale di statistica in data 28 marzo 2006, n. SP/294.2006, con la quale
si comunica che la variazione media degli incrementi retributivi realizzati
nel 2005 rispetto al 2004 e’ risultata pari a 2,23 per cento;

Visto il decreto
legislativo 30 luglio 1999, n. 300, e successive modifiche ed integrazioni;
Vista la legge 14 gennaio 1994, n. 20;

Visto il decreto del Presidente del
Consiglio dei Ministri 15 giugno 2006, con il quale il Ministro per le riforme
e le innovazioni nella pubblica amministrazione e’ stato delegato ad esercitare
le funzioni attribuite al Presidente del Consiglio dei Ministri in materia
di lavoro pubblico, nonche’ l’organizzazione, il riordino ed il funzionamento
delle pubbliche amministrazioni;

Sulla proposta dei Ministri per le riforme
e le innovazioni nella pubblica amministrazione e dell’economia e delle finanze;

Decreta:

Gli stipendi, l’indennita’ integrativa speciale e gli assegni fissi
e continuativi dei docenti e dei ricercatori universitari, del personale dirigente
della Polizia di Stato e gradi di qualifiche corrispondenti, dei Corpi di polizia
civili e militari, dei colonnelli e generali delle Forze armate in godimento
alla data del 1° gennaio 2005 sono aumentati, a decorrere dal 1° gennaio
2006, in misura percentuale pari a 2,23 per cento.

Il relativo onere, che costituisce
spesa avente natura obbligatoria, resta a carico dei pertinenti capitoli di
bilancio delle amministrazioni interessate.

Il presente decreto sara’ trasmesso
alla Corte dei conti per la registrazione e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale
della Repubblica italiana.

Roma, 2 ottobre 2006

p. Il Presidente del Consiglio
dei Ministri Il Ministro per le riforme e le innovazioni nella pubblica amministrazione
Nicolais
Il Ministro dell’economia e delle finanze Padoa Schioppa

Registrato
alla Corte dei conti il 27 ottobre 2006 Ministeri istituzionali, Presidenza
del Consiglio dei Ministri, registro n. 11, foglio n. 306

Articolo precedenteLa Legge Finanziaria 2007
Articolo successivoAvvocati e dipendenti pubblici part-time
Lo studio legale dedica, tutti i giorni, una piccola parte del proprio tempo all'aggiornamento del sito web della rivista. E' un'attività iniziata quasi per gioco agli albori di internet e che non cessa mai di entusiasmarci. E' anche l'occasione per restituire alla rete una parte di tutto quello che essa ci ha dato in questi anni. I bravi giuristi sono sempre i benvenuti per allargare la nostra community. Scriveteci o mandate il vostro cv a segreteria@giurdanella.it .