Causa di servizio, equo indennizzo e pensionamento privilegiato dei dipendenti di amministrazioni ed enti pubblici




[Compralo su IBS Italia]

L’analisi delle fattispecie e delle procedure previste dalla legge per
accertare il nesso di causalità fra le “menomazioni” riportate
dal dipendente e lo svolgimento dell’attività lavorativa.

Alla sesta edizione, quest’opera di R. Di Passio, Consigliere
della Corte dei Conti,
si conferma del tutto esaustiva per completezza e aggiornamento,
sia nel commento normativo che nei riferimenti giurisprudenziali.

Apprezzata perchè illustra con grande sicurezza istituti e
procedure di una materia molto particolare e complessa, semplificandola nel
contesto di tre parti:

1. Il riconoscimento
della dipendenza da causa di servizio delle infermità e
lesioni contratte da dipendenti pubblici:
a) Nozione tecnico-giuridica.

b) Il
danno e la sua valutazione.
c)
Procedimento
di riconoscimento.

2. L’equo indennizzo
Nozione, procedimento di concessione, misura.

3. Il pensionamento privilegiato
Fondamento del diritto, procedimento di concessione.

Integrano l’approfondita e dettagliata analisi tecnico-giuridica:
a) La rassegna normativa aggiornata con la Legge Finanziaria
per il 2008.

b) La selezione giurisprudenziale con 55
sentenze in materia di equo indennizzo
e 28 in tema di causa di
servizio.


E’ possibile acquistare on line il volume sul sito Internet della Maggioli, accessibile anche da questo link.

Articolo precedenteRealizzato il transistor più piccolo del mondo
Articolo successivoIl 9 maggio: festa dell’Unione Europea
Lo studio legale dedica, tutti i giorni, una piccola parte del proprio tempo all'aggiornamento del sito web della rivista. E' un'attività iniziata quasi per gioco agli albori di internet e che non cessa mai di entusiasmarci. E' anche l'occasione per restituire alla rete una parte di tutto quello che essa ci ha dato in questi anni. I giovani bravi sono sempre i benvenuti nel nostro studio legale. Per uno stage o per iniziare la pratica professionale presso lo studio, scriveteci o mandate il vostro cv a segreteria@giurdanella.it