Esame Avvocato 2014: il “toto-parere”

Manca pochissimo all’esame avvocato 2014 e l’ansia cresce sempre di più.

Dopo aver pubblicato la guida all’esame in versione digitale, lo speciale contenente le principali sentenze della Cassazione 2014 Civile e Penale,  la raccolta dei pareri di diritto civile, di diritto penale e degli atti giudiziari assegnati negli esami degli anni precedenti, proviamo a fare il punto della situazione sulle possibili tracce esaminando gli argomenti trattati nelle ultime sentenze della Cassazione.

Anche quest’anno tra gli argomenti viene pronosticata la responsabilità medica. E’ un argomento che si attende da anni. Che sia la volta buona?

Al riguardo abbiamo una sentenza di luglio “Non ricorrono gli estremi delle lesioni volontarie – con conseguente impossibilità di applicare il termine di prescrizione del diritto al risarcimento del danno ex art. 2947 cod. civ. – nel comportamento del sanitario che sia riconducibile nella categoria degli atti medici o nel quale sia comunque rinvenibile una finalità terapeutica” (Sentenza n. 15239 del 03/07/2014)

AGGIORNAMENTO 16 dicembre Le Tracce Ufficiali sono disponibili ai seguenti link Traccia 1 (locazione) – Traccia 2 (servitù) 

 

Per il parere di civile altri temi quotati:

equariparazione, si segnala  “Il termine di durata dell’equo processo inizia a decorrere per gli eredi della parte deceduta costituitasi parte civile nel processo penale dal momento della conoscenza del processo e, in mancanza di prova su tale circostanza, dalla data del loro intervento in giudizio” (S.USentenza n. 19977 del 23/09/2014)

diffamazione a mezzo stampa,  si segnala “La tutela dei diritti all’onore, alla reputazione e alla riservatezza di persone estranee alle indagini non comporta l’automatica carenza di interesse pubblico alla divulgazione del contenuto di intercettazioni recanti notizie potenzialmente lesive di tali diritti, riprodotte in un atto del procedimento penale (nella specie, ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere) non più coperto da segreto investigativo, ma implica una verifica della sua ricorrenza caso per caso, da compiersi con riferimento al carattere funzionale che la conoscenza di tali notizie presenta rispetto a quella della vicenda oggetto dell’indagine penale”. (Sentenza n. 21404 del 10/10/2014)

tutela consumatore, si segnala “L’acquirente di merce destinata al consumo alimentare umano, che sia operatore professionale del settore, ha, nei confronti del consumatore finale, un obbligo di sicurezza, che si traduce in un controllo di genuinità, sia pure a campione, del prodotto poi distribuito su scala industriale, non potendo egli fare esclusivo affidamento sull’osservanza del dovere del rivenditore di fornire cose non adulterate né contraffatte” (Sentenza n. 15824 del 08/07/2014)

diritto alla riservatezza, si segnala “Integra duplice illecito amministrativo – per omessa informativa sul trattamento del dato personale e per non assentita comunicazione automatizzata – la condotta dell’impresa che invii un fax promozionale ad un numero estratto dalle pagine gialle.” (Sentenza n. 14326 del 24/06/2014)

rilascio ed azione rivendica, si segnala “Le difese di carattere petitorio opposte ad un’azione di rilascio o consegna non determinano la trasformazione in reale della domanda proposta e mantenuta ferma dall’attore come personale, la quale, peraltro, è destinata ad ottenere l’adempimento dell’obbligazione di ritrasferire un bene già trasmesso alla controparte in forza di un negozio come il comodato o la locazione e non può surrogare, eludendo il relativo rigoroso onere probatorio, l’azione di rivendicazione che deve essere proposta quando la domanda sia diretta ad ottenere la riconsegna da chi dispone del bene sine titulo”. (SEZIONI UNITE  Sentenza n. 7305 del 28/03/2014)

Per il parere di penale molto quotati:

confisca preventiva, si segnala “In tema di confisca di prevenzione avente ad oggetto beni formalmente intestati a terzi, se nel giudizio di primo grado il proposto ha contestato il carattere fittizio dell’intestazione dei beni, aderendo alle tesi sostenute dai soggetti formalmente titolari, non può poi sostenere – in sede di appello avverso il decreto di confisca emesso dal Tribunale – di essere l’effettivo titolare dei beni stessi, per averli acquistati con proprie disponibilità lecite e non sproporzionate al reddito dichiarato”. (Sentenza n. 17935 del 29/04/2014)

associazione mafiosa, si segnala ” risponde del delitto di concorso esterno in associazione mafiosa (ovvero, ricorrendone i presupposti, di partecipazione all’associazione medesima) l’avvocato che, senza limitarsi a fornire al proprio cliente-associato consigli, pareri ecc. mantenendosi nell’ambito della legalità, si trasformi in un “consigliori” dell’associazione mafiosa, assicurando un’assistenza tecnico-legale finalizzata a suggerire sistemi e modalità di elusione fraudolenta della legge”. (Sentenza n. 17894 del 29/04/2014)

doping, si segnala “In materia di doping sportivo, stante il carattere meramente ricognitivo delle tabelle ministeriali recanti la classificazione dei farmaci e delle pratiche vietate, ai fini della integrazione dei reati previsti dall’art. 9 della legge 276/2000 la natura delle sostanze, indipendentemente dalla acquisizione delle tabelle suddette e dalla inclusione nelle stesse, può essere desunta anche da una serie di elementi di tipo oggettivo che ne comprovino gli effetti dopanti.” (Sentenza n. 36700 del 03/09/2014)

delitti contro la fede pubblica, si segnala “In relazione al delitto di possesso di segni distintivi contraffatti, di cui all’art. 497 ter cod. pen., integra il predetto reato la detenzione di un lampeggiante blu, durante il periodo di vacanza, da parte di un appartenente alle forze di polizia (il quale aveva collocato il dispositivo, spento, sul tetto della propria auto);” (Sentenza n. 32964 del 24/07/2014)

Abbiamo scelto argomenti trattati da recenti sentenze 2014.

Per visionare i testi integrali delle sentenze su indicate cliccate qui per quelle della Cassazione Civile. Qui per le sentenze della Cassazione Penale.

Un grosso in bocca al lupo a tutti gli aspiranti avvocato.

Rimanete aggiornati con il nostro SPECIALE